venerdì, settembre 09, 2005

Kafka on the shore murakami

Kafka è un ragazzino schivo che ha un unico scopo: diventare l'uomo più duro del mondo.
A 15 anni su consiglio del bambino chiamato corvo decide di scappare di casa.
Nakata uomo semplice parla con i gatti ma non riesce a parlare con gli uomini e come lavoro ricerca i gatti.
Sulla testa di kafka pende una edipica maledizione lanciatagli dal padre, nakata ha una missione e tende a dormire molto.
Scritto a due voci, come spesso capita nel romanzo moderno, è un libro sospeso nel giappone moderno e la tradizione è meno onirico dell'altro romanzo da me letto di murakami l'uccello giraviti del mondo e forse per questo è una lettura molto più facile.
Un atmosfera esotica sottende ad un racconto che si lascia leggere e ceh appassiona il lettore con l'umanità delle vicende raccontate e per i continui colpi di scena che lasciano sorpresi ma non perplessi nel loro accadere.
L'ho letto in inglese ma certamente verrà tradotto in italiano.
cyrnano nano letterato

2 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Mi sembra un poco raccapricciante nn è un libro che fa per me :p
smack smack smack al nano letterario
pucciolo25

8:56 AM  
Anonymous Anonimo said...

no cyrano, gli sms non solo non mi ricaricano, ma se ho ricevuto 18 sms vuol dire che ho risposto a 18 sms senza contare che per ogni sms spedito pago per la ricezione (non vivo senza), quindi doppiamente fregata ^__^
complimenti per la partita ieri...
un bacio
alicetta

1:40 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home